103
Russamento e apnea notturna. Arriva in aiuto Silensor-sl

Russamento? Apnea notturna? Vi svegliate ancora stanchi?

Dopo una visita con uno specialista dei disturbi del sonno, si può ricorrere a un dispositivo fatto ad hoc per aiutare a dormire meglio voi e chi vi sta accanto.

Studi dimostrano che circa il 40% della popolazione dei paesi industrializzati russa. Durante il sonno i muscoli di collo e faringe si rilassano facendo restringere le vie aeree superiori. Il flusso d’aria quindi vi transita a una velocità aumentata producendo una vibrazione rumorosa.

L’apnea notturna è invece una disfunzione grave che può essere causa oltre che di sonnolenza diurna anche di serie malattie sistemiche.

L’apnea può essere ostruttiva producendo una restrizione completa delle vie respiratorie, centrale quando manca il riflesso del respiro o ipopnea se la riduzione del respiro è superiore al 50%. Mentre l’apnea ostruttiva è caratterizzata dall’interruzione del russamento in modo molto rumoroso, l’apnea centrale non da sintomatologia esterna.

Il Silensor-sl è costituito da un bite per l’arcata superiore e uno per l’arcata inferiore collegati lateralmente da due connettori. Questo permette di mantenere la mandibola in posizione o traslata parzialmente in avanti di modo da evitare il restringimento delle vie respiratorie.

 

russare

 

La velocità del flusso d’aria diminuisce evitando la vibrazione e quindi il russamento.

Il Silensor-sl lascia mobilità alla mandibola ma impedisce abbassamenti e movimenti all’indietro. Questo lo rende un dispositivo antirussamento efficace e confortevole.

Studi dimostrano che l’anteriorizzazione della mandibola riduce il russare nell’80% dei pazienti e l’indice di apnea può essere ridotto di oltre il 50%.

Il Silensor-sl è indicato in molti casi. In pazienti con un indice di massa corporea superiore a 30 possono riscontrare una riduzione progressiva dell’efficacia di questo dispositivo. Inoltre non è applicabile in pazienti portatori di protesi mobili.

In ogni caso è necessario, soprattutto per i casi di apnea, consultare uno specialista di malattie del sonno.

Leave a comment